La contrada Favicella

Nel Palio delle contrade Favicella rappresenta il centro storico del paese.

Il nome Favicella deriva forse dal fatto che la terra era intensamente coltivata a fave o per la presenza di estesi boschi di faggi.

Nel 1187, mentre si preparava la terza crociata per la liberazione dei Luoghi Santi da parte di Guglielmo II d’Altavilla detto il Buono, il feudo di Favicella era tenuto a fornire al re due militi e quattro armigeri o scudieri: prima testimonianza scritta relativa alla terra di Faicchio.

Nel centro storico troneggia il Castello Ducale, di pianta trapezoidale, i cui lati sono uniti da tre torrioni. Il castello, restaurato nel 1612, così come si legge dall’iscrizione sul portale d’ingresso, dal nobile napoletano Gabriele De Martino, feudatario di Faicchio, è sicuramente più antico: molti studiosi ritengono infatti che la prima costruzione fu un’arce feudale, e che tale rimase fino a quando non divenne un castello rinascimentale. Notevole la ‘sala ad ombrello’, dal caratteristico soffitto simile a quello di Castel Nuovo in Napoli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *